In un settore dominato dagli uomini, Camille Egdorf è una forza della natura: guida professionista di pesca alla mosca, porta a spasso per mari e fiumi il suo carattere resiliente. È famosa perché conosce come le sue tasche l'entroterra dell'Alaska, qualità che attribuisce al fatto di essere cresciuta nel rifugio della sua famiglia, presso il Wilderness Camp della famiglia Egdorf sul fiume Nushagak. È qui che la famiglia di Camille l'ha ispirata a spingere sempre più avanti i suoi limiti, a viaggiare per il mondo e a diventare un pescatore con la propensione a stimolare gli altri. Non vediamo l'ora di vedere cosa le riserverà il futuro.

D:
 
Qual è il tuo primo pensiero al mattino quando vai a pesca con la mosca?
 
R:
 
Che tempo fa?
 
D:
 
Qual è il tuo luogo preferito per pescare con la mosca?
 
R:
 
Sono molte le destinazioni che amo, quindi è sempre difficile scegliere la mia preferita. Ma tornando alle mie radici, raramente c'è qualcosa di meglio che pescare in Alaska sull'Upper Nushagak River.
 
D:
 
Come riesci a migliorarti anno dopo anno?
 
R:
 
Vedere e sperimentare nuovi sistemi di pesca non mi fa annoiare mai. Nel 2017 ho visitato la Guyana, un'esperienza incredibile e selvaggia, e per la prima volta sono andata anche in Belize. Vedere il mondo e sperimentare cose nuove è sempre un ottimo modo per crescere non solo nella mia professione, ma anche come persona.
 
D:
 
Chi sono i tuoi eroi? Da chi prendi esempio?
 
R:
 
L'elenco è lungo ed eviterò di farlo perché dimenticherò sicuramente qualcuno, ma in generale cerco persone che lavorano sodo, sono appassionate e vivono la loro vita secondo i loro desideri. La vita è troppo breve per vivere secondo gli standard di qualcun altro, quindi ammiro coloro che vivono al di fuori delle aspettative e fanno la vita che vogliono.
 
D:
 
Cosa non hai ancora fatto ma che vorresti fare nella tua vita?
 
R:
 
Catturare un permit, pescare in Bolivia alla ricerca di un dorado, andare in Tanzania per pescare un pesce tigre e continuare a condividere con gli altri la pesca con la mosca.
 
D:
 
Quali sono i suoni o i rumori che ami?
 
R:
 
Il suono dei grilli.
 
D:
 
Quali sono le 3 cose essenziali di cui hai bisogno per fare ciò che fai?
 
R:
 
Pazienza, passione e conoscenza.
 
D:
 
Quale sarebbe il tuo lavoro quotidiano se non facessi quello che fai al momento?
 
R:
 
È strano che io non ne abbia idea?

yeti