Crescendo, io e mio fratello abbiamo sempre avuto una passione per la vita all’aria aperta. Nostro padre, che da insegnante era diventato imprenditore, ci portava a caccia, a pesca e alle fiere del settore outdoor. Ci ha insegnato ad amare tutto ciò che è selvaggio, i territori sconosciuti e l’attrezzatura di alta qualità.
Ma le ghiacciaie disponibili all’epoca non erano all’altezza delle nostre avventure all’aria aperta: i manici si rompevano, i ganci si spezzavano e i coperchi cedevano. Non era solo una seccatura sostituire le ghiacciaie alla fine di ogni stagione, ma questi mediocri cassoni per il ghiaccio a basso costo rovinavano delle belle giornate. E quella frustrazione ci ha condotti a una soluzione.
Nel 2006 abbiamo fondato YETI Coolers, con una semplice missione: costruire la ghiacciaia che avremmo usato ogni giorno, se fosse esistita. Una ghiacciai creata per i veri appassionati di outdoor. Una ghiacciaia che avrebbe potuto sopportare le sollecitazioni alle quali sapevamo che l’avremmo sottoposta in mezzo alla natura e sull’acqua. Una che semplicemente non si sarebbe rotta. Abbiamo subito deciso che l’innovazione dei prodotti sarebbe venuta dalla necessità e dall’esperienza diretta, non dalle ricerche di mercato e dall’analisi dei dati. Oggi, i prodotti YETI funzionano quando è più importante, che si tratti di un’escursione nella remota natura selvaggia dell’Alaska, di inseguire il pesce rosso sulla costa del Golfo o semplicemente di riunirsi con gli amici in giardino.